$100 Cake ovvero la strana Torta alla Maionese

Ho scoperto questa torta per caso. Mentre navigavo in internet mi sono fermata a leggere gli ingredienti di una ricetta vintage, l’immagine di un foglio ingiallito e il titolo $100 CAKE in stampatello ha attirato la mia attenzione, la Torta da 100$? Questa non la conosco! Mentre scorro gli ingredienti mi soffermo su di un particolare: una tazza di maionese sembra essere l’unico grasso citato. Una tazza di maionese dentro ad una torta?? Ma come? E’ uno scherzo!! Ho riletto la ricetta un paio di volte, incredula e dubbiosa, l’ho salvata per rileggerla più tardi, volevo essere sicura che non fosse solo frutto della mia fantasia, e ho proseguito nel mio curiosare. La sera ne ho parlato a cena, poi a letto, mentre cercavo di prendere sonno, il pensiero di questa strana torta mi girava ancora nella mente… Cercavo di immaginare l’aspetto, il sapore di un dolce con un ingrediente così assurdo. In fondo nella maionese ci sono le uova come nelle torte, in sostituzione del burro l’olio si usa spesso… il limone, ok nelle torte c’è… Sono giunta alla conclusione che valeva la pena tentare e a me la maionese non piace neanche. Il mattino seguente, mentre facevo colazione, ossessionata dal pensiero della maionese nella torta e incuriosita da quel bizzarro nome, ho iniziato ad indagare sulle origini di questo strano dolce. Ho scoperto che il nome deriva da una vecchia “leggenda” dei tempi della Depressione. Una signora statunitense, rimasta particolarmente colpita dal sapore di una torta che aveva gustato nel ristorante di un hotel, chiese allo chef se fosse stato possibile averne la ricetta. La ottenne, ma al momento di pagare il conto, si accorse che le era stato addebitato un extra di 100 dollari per la suddetta. Pagò, ma, indispettita dall’accaduto, decise di condividerla con tutte le sue amiche e conoscenti, tanto da renderla di dominio pubblico. Alla faccia del pasticcere.
Le dosi della ricetta, come tutte quelle che provengono dagli Stati Uniti, sono calcolate in cups e spoons, ho cercato di convertire in gr e ml nel modo più preciso possibile. E’ una torta davvero semplicissima e di rapida esecuzione. Inoltre, considerando che la maionese in vasetto si può conservare, se ancora sigillata, nella dispensa per alcuni mesi, questa torta è perfetta quando si hanno ospiti improvvisi e nel frigo non c’è l’ombra di un uovo o di un panetto di burro…

 

Ingredienti:

260 gr di farina

200 gr di zucchero

40 gr di cacao amaro

un pizzico di sale

2 cucchiaini di bicarbonato di soda (Se preferite potete usare la dose di lievito per dolci per mezzo kg di farina, cioè solitamente mezza bustina. Altrimenti potreste usare la farina auto lievitante, sempre 260 gr.)

240 ml di maionese

240 ml di acqua fredda (L’acqua deve essere fredda, perchè se fosse calda reagirebbe immediatamente con il bicarbonato facendo lievitare il dolce all’istante e non durante la cottura nel forno. Se a scuola insegnassero la chimica con le ricette di cucina saremmo tutti molto più interessati!)

1 cucchiaino di estratto di vaniglia (io non l’avevo in casa e ho usato i semi di una stecca di vaniglia burbon)

 

In una ciotola setacciare tutti gli ingredienti secchi. In un’altra ciotola diluire la maionese con l’acqua. Pian piano aggiungere la parte liquida nella ciotola degli ingredienti secchi, mescolando bene ed eliminando tutti i grumi. Unire anche la vaniglia. Ungere uno stampo da dolci e infarinarlo, versare il composto nella tortiera e cuocere a 175°C per circa 50 minuti. Provatela, è davvero buona.

img_8337

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *