Ciliegie Calde alla Grappa con Gelato

A volte capita di organizzare una cena improvvisata e si ha pochissimo tempo per mettere insieme un paio di portate ed un dessert cercando di fare la migliore figura possibile senza lasciarsi prendere dal panico. In questa stagione però abbiamo la fortuna di avere sempre frutta fresca disponibile, quindi il gioco (almeno per quanto riguarda il dolce) è davvero semplice: è sufficiente trasformare la frutta in un delizioso accompagnamento per una coppetta di gelato, che vi consiglio di tenere sempre in freezer in un gusto neutro e facilmente abbinabile, come vaniglia, crema, fiordilatte o panna. Ricordo che mio nonno aveva sempre il frigo e la dispensa pieni, perchè nel caso fosse arrivato un ospite improvviso avrebbe avuto qualcosa da offrigli. In questo gli assomiglio parecchio, io sono sempre pronta ad ogni emergenza.

Ho trovato questa ricetta delle Ciliegie Calde alla Grappa con Gelato nel libro Simple di Diana Henry, la mia food-writer preferita, è davvero semplice e il risultato garantito.

Ingredienti per 4-6 persone:

450 gr di ciliegie snocciolate (io ho usato i duroni)

25 gr di burro

100 gr di zucchero

il succo di mezzo limone

3-4 cucchiai di grappa

una confezione di gelato alla vaniglia

Fatevi aiutare dai vostri ospiti a snocciolare le ciliegie mentre voi sarete occupati a cucinare il piatto principale, si vanteranno a fine pasto di aver contribuito alla preparazione di una tale squisitezza! Mi raccomando, indossare un grembiule da cucina è d’obbligo per questa operazione per evitare macchie antipatiche sugli abiti!

Far sciogliere il burro in una padella (sceglietene una carina perchè poi la porterete in tavola) e aggiungere le ciliegie, cuocere a fuoco medio, aggiungendo dopo pochi minuti lo zucchero e, quando sarà completamente sciolto, anche il succo di limone. Continuare a mescolare finché non avrete ottenuto uno sciroppo denso. Aggiungere ora la grappa, mescolare e spegnere il fornello. Servire le ciliegie calde alla grappa con il gelato. La semplicità paga.

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

SalvaSalva

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *