Patè di Fegatini di Pollo

Uno dei miei passatempi preferiti in questo periodo è cucinare piatti che possano essere mangiati anche da chi segue un regime alimentare che impone di eliminare alcuni ingredienti. È un esercizio utile per la mente, ti costringe a riflettere e a considerare ad ogni occasione sia il sapore di ogni elemento che la sua consistenza, ti spinge ad immaginare come risulterà cotto e mescolato insieme agli altri ingredienti…una volta è la crostata senza glutine, un’altra il pane senza farina, oppure la marmellata senza lo zucchero. In realtà la cucina non è altro che un laboratorio di chimica domestico. Le regole sono le stesse. Se calcoli male il dosaggio degli ingredienti il risultato sarà disastroso e lo stesso vale se sbagli ad abbinare i sapori. Questa volta mi sono cimentata nel ricostruire un Patè di Fegatini di Pollo, cercando di ottenere la giusta consistenza cremosa e il gusto ricco della ricetta originale.

Ingredienti per un vasetto medio:

400 gr di fegatini di pollo

2-3 cucchiai di misto per soffritto (sedano, carota, cipolla)

mezzo bicchiere di vino bianco

una foglia di alloro

sale e pepe

olio evo

100 gr di formaggio spalmabile a ridotto contenuto di grassi (tipo Philadelphia Balance 3%)

 

Pulire attentamente i fegatini di pollo, facendo attenzione a togliere eventuali parti che risultino verdi, contaminate dalla bile, e tagliarlo a pezzi non tanto piccoli.

In una padella far soffriggere delicatamente sedano, carota e cipolla in pochissimo olio, io ne avrò messo un paio di cucchiaini, aggiungere i fegatini e l’alloro e lasciarli rosolare girandoli spesso. Sfumare con il vino bianco sempre girando. Dopo pochi minuti dovrebbero essere pronti, perchè i fegatini cuociono molto velocemente. Aggiustare di sale e pepe. Lasciar raffreddare per una decina di minuti, eliminare la foglia di alloro poi frullare fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungere il formaggio spalmabile e frullare ancora. Trasferire il patè in un vasetto in vetro con il coperchio, conservare nel frigo e consumarlo entro 3 o 4 giorni.

Questo patè può essere mangiato anche da chi segue la dieta Dukan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *